NewsPrimo Piano

C5 Aircross, elettrica a comando

Unire l’utile al dilettevole in un’automobile non è semplice. A patto di non chiamarsi Citroen C5 Aircross Hybrid Plug-in. L’utile viene da un gruppo propulsore che mixa motore a scoppio, propulsore elettrico, pacco batteria che si ricarica alla colonnina o mentre l’auto marcia attraverso le decelerazioni del motore e l’energia cinetica, cioè il calore, prodotta dalle frenate. Il dilettevole si manifesta attraverso una somma di doti che toccano le sfere dell’accoglienza, della economicità di esercizio, della versatilità, della tecnologia elettrica che consente a chi la guida di appuntarsi sul petto la medaglia di automobilista rispettoso dell’ambiente.

C5 Aircross Plug-in è un’auto con uno stile personale a cominciare dal muso, alto e autorevole, caratterizzato dai fari anteriori sottili disposti su due livelli.  Si distingue dalle sorelle spinte dai classici motori termici per alcuni dettagli estetici colorati in blu e per la lettera H sulle fiancate e sul portellone.

Il gruppo propulsore abbina un quattro cilindri 1600 cc turbo benzina da 181 cv, una trasmissione automatica a otto velocità e un propulsore elettrico da 110 cv per una potenza combinata di 224 cv. Ad alimentare l’unità elettrica è una batteria agli ioni di litio da 13,2 kWh. L’autonomia in elettrico dichiarata da Citroen si aggira sui 55 km.

Quali sono i vantaggi di questa Suv elettrificata a trazione anteriore? Una grande versatilità di utilizzo: quando si marcia in elettrico, per esempio, la guida è fluida e silenziosa, senza emissioni di Co2 e l’accesso nelle zone a traffico limitato è libero. E poi ci sono le prestazioni del motore termico che non pone limiti di noiose ricariche sulle lunghe distanze. I consumi di carburante, secondo i dati della Casa francese, sono incredibili: 71 km con un litro di verde e 32 grammi al km di Co2, a patto di fare spesso il pieno di elettricità.

Inoltre, C5 Aircross Plug-in offre una modularità da prima della classe con le tre poltroncine posteriori singole tutte uguali, scorrevoli e con schienali regolabili, e un baule record da 600 litri. Rumori come sibili aerodinamici non disturbano i passeggeri e la maggior parte delle sconnessioni della strada sono filtrate dalle sospensioni progressive e dai sedili Advaced comfort, due brevetti Citroen.

Da poco su C5 Aircross ha debuttato l’app MyCitroën, che consente di dialogare attraverso lo smartphone con la propria auto, ma anche con la rete di assistenza, vedere i propri percorsi e i consumi, sapere se è arrivato il momento di fare un tagliando e prenotarlo, localizzare il luogo in cui l’auto è parcheggiata.

Due le versioni di C5 Aircross ibrida ricaricabile: Feel costa 42.100 euro, Shine 43.600. Per entrambe sono previsti incentivi di Stato, regioni e rete di vendita che in caso di rottamazione di un veicolo inquinante si aggirano sui 6.500 eu

Related Articles

Back to top button