NewsPrimo Piano

Captur E-Tech, la full-hybrid che non c’era

L’esterno e gli interni non cambiano: le vere novità si trovano tutte sottopelle. La Renault Captur E-Tech compie un ulteriore balzo in avanti con la tecnologia offrendo la motorizzazione full-hybrid. Un sistema nato dall’esperienza di Renault Sport in Formula 1 che si basa sulla collaborazione di due motori elettrici insieme con quello termico.

Al quattro cilindri da 1,6 litri benzina sono state affiancate infatti due unità elettriche: una per rigenerare energia e l’altra per migliorare la trazione, facendo crescere la potenza fino a 145 cv. Un gruppo propulsore nato chiaramente con l’obiettivo di abbattere consumi ed emissioni, che quindi privilegia l’uso della mobilità elettrica alle basse velocità permettendo così di percorrere l’80% del percorso a zero emissioni. In città, infatti, le batterie immagazzinano energia a ogni frenata o rallentamento in modo totalmente automatico.

Le batterie da 230 V con una capacità di 1,2 kWh non rubano spazio all’interno dell’abitacolo, essendo posizionate lungo il pianale sotto i sedili e non aggiungono il tipico peso extra delle batterie delle macchine elettriche. Nessuna presa di corrente, insomma, la Captur fa tutto in autonomia, aiutata anche dal cambio a variazione continua Cvt. Una trasmissione che favorisce la guida fluida e rilassata, agevolando il comfort e il risparmio di carburante.

Attraverso il selettore di guida “My sense”, inoltre, è possibile configurare la Renault Captur a seconda del percorso: le modalità sono tre: Eco, se c’è abbastanza energia, dà la priorità alla trazione elettrica fino a 71 km/h; Hybrid assicura un mix di energia termica e ibrida per la massima economia di carburante; Sport assicura le massime prestazioni. E’ forse inutile sottolineare che per il tipo di vettura e di motorizzazione i risultati migliori si ottengono nella modalità “verde”, che la connota più come un’auto nata per trasferimenti comodi piuttosto che per un utilizzo sportivo.

I dati ufficiali Renault dicono che l’auto percorre mediamente 20 km/l. Un risultato che Safe-Drive ha riscontrato in condizione di utilizzo urbano grazie anche all’intervento continuo dei motori elettrici. Il consumo, però, com’è normale su queste nuove ibride, varia in funzione del percorso e di come viene utilizzata la potenza disponibile. Considerando le sue caratteristiche, questa vettura perciò si rivolge maggiormente alle famiglie che utilizzano la macchina con frequenza per i normali spostamenti quotidiani. Captur è venduta in cinque allestimenti, dallo Zen all’Initiale Paris. I prezzi oscillano tra 25.750 euro dello Zen ai 31.300 euro della top di gamma Initiale Paris.

 

Related Articles

Back to top button