NewsPrimo Piano

500 Hey Google, il potere della voce

Il viaggio, dopo un rifornimento “Servito” alla pompa di benzina, inizia così: “Hey Google, chiediamo in Fiat di controllare il serbatoio della mia 500X”. La risposta arriva quasi in tempo reale. Una voce femminile risponde. “Il serbatoio della tua 500X oggi alle 15,11 è pieno al 100%. Cos’altro posso fare per te?”. Questa è solo una banale dimostrazione di cosa è capace di fare da oggi la famiglia Fiat 500, cioè 500 berlina e cabrio, 500X e 500L dopo l’accordo di collaborazione sottoscritto con il colosso Google, il quale per la prima volta porta la sua intelligenza artificiale nell’abitacolo di un’automobile.

L’Assistente Google, infatti, interagendo attraverso l’app Action My Fiat con la box telematica Mopar Connect, non soltanto è in grado di fornire tutte le informazioni per tenere sotto controllo lo stato del veicolo, ma anche di localizzare la posizione dell’auto e monitorare la quantità di chilometri percorsi, un servizio utile per chi gestisce le flotte o per le aziende di noleggio. Inoltre, da remoto, agendo con lo smartphone, il proprietario è in grado di impartire comandi come il blocco e lo sblocco delle porte e il lampeggio delle luci di emergenza. Con l’Action My Fiat, quindi, essere connessi alla propria auto sarà molto semplice. Si aprono così scenari fino a qualche anno fa inimmaginabili. Per esempio, ricevere notifiche sul proprio smartphone se la vettura esce da una zona predefinita o se chi è alla guida usa l’auto a una velocità troppo elevata rispetto a quella impostata.

Insomma, la serie speciale 500 Hey Google apre un capitolo nuovo nelle modalità di interazione con la propria auto. Può così dare vita a servizi fino a ieri impensabili. Come la consegna di food delivery o pacchi di e-commerce direttamente al bagagliaio della 500 Hey Google, che può essere aperto dall’ufficio o da casa nel momento in cui il fattorino si trova dietro all’auto.

Anche il look è fatto su misura. I modelli che danno vita all’alleanza tra due eccellenze mondiali nei mondi dell’automobile e dei motori di ricerca si riconoscono per la livrea creata apposta per evidenziare questa collaborazione. Per 500, 500L e 500X è stato studiato uno stile giovane e di tendenza, giocato su due tinte essenziali, il Bianco, in omaggio alla pagina bianca del motore di ricerca, abbinato al Nero Lucido del tetto e delle calotte specchietti. L’orgoglio per Fiat è poter apporre, per la prima volta nel panorama automotive mondiale, su ogni modello della nuova Famiglia 500 il badge Hey Google sui due passaruota, mentre entrambi i montanti centrali sono decorati con elementi ispirati ai colori di Google.

Personalizzazione che continua nell’abitacolo, dove si ritrova l’etichetta Hey Google ricamata sul rivestimento dei nuovi sedili, mentre la fascia plancia è argento opaco con logo 500 bianco. Hey Google appare anche sulla schermata di benvenuto del display da sette pollici a sfioro.

Insomma, un modo di controllare l’auto da film di fantascienza, che consente di comunicare con lei da casa, dall’ufficio, dal supermercato con la propria voce attraverso qualunque smart speaker Google Nest, oppure tramite il proprio cellulare. Basterà dire “Hey Google, parla con My Fiat” per prendersi cura della propria vettura in ogni momento della giornata.

La serie speciale 500 Hey Google viene proposta a partire da 12.500 euro, grazie agli incentivi statali e al finanziamento Fca Bank.

Related Articles

Back to top button