NewsPrimo Piano

Audi A3 Sportback, lusso e tecnologia

L’Audi A3, quando venne lanciata nel 1996, inaugurò il filone delle compatte esclusive. Una specie di downsizing del lusso e della tecnologia delle ammiraglie spalmato su un modello dal costo più accessibile e dalle dimensioni meno ingombranti. Un bisogno che stava crescendo, poiché i viaggi di lavoro e di piacere stavano scoprendo i voli low cost e i treni ad alta velocità. A cinque lustri di distanza, la nuova A3 Sportback mantiene intatte le caratteristiche dell’antenata e aggiunge i requisiti richiesti dai clienti del terzo millennio. Si vuole vedere meglio di notte? Ecco i fari Led matrix, tanto intelligenti da mantenere la luminosità degli abbaglianti senza doverli spegnere quando si incrocia un alto veicolo. Si desidera una guida fluida?

L’erogazione della coppia è dolce, il cambio cancella il passaggio da una marcia all’altra, la frenata non ha sussulti quando l’auto si blocca. Doti tecnologiche gradevoli sui lunghi viaggi e quando a bordo ci sono bimbi o persone che soffrono l’auto. Ovviamente A3 Sportback non un’auto piantata: quando le si chiede la prestazione risponde da par suo e la tenuta di strada e la risposta in curva sono sorprendenti. Come ci si sente al posto di guida? Coccolati. Poltrona accogliente e confortevole. Il cruscotto è un display da 12,3 pollici personalizzabile. Al centro della plancia c’è lo schermo a sfioro da 10,1 pollici del sistema multimediale, che può dialogare con l’assistente vocale Amazon Alexa e collegare gli smartphone. Per la sicurezza fra aiuti alla guida e connettività la dotazione è all’avanguardia. Il listino parte da 27.950 euro per il mille tre cilindri benzina da 110 cv.

 

 

Related Articles

Back to top button