NewsPrimo Piano

Suzuki Swift Hybrid

Swift, dall’inglese “veloce”. Un aggettivo che descrive alla perfezione la compatta di Casa Suzuki, una vettura veloce sotto diversi punti di vista: non solo perché è la regina del Suzuki Rally CUp, ma anche perché è una vettura agile, facile, intuitiva e divertente da guidare.

Sono queste le sensazioni che Swift trasmette alla redazione di Safe-Drive ogni volta che si rende protagonista di un test su strada. In questo caso, sotto esame è passata la versione ibrida introdotta di recente sul mercato e dotata dell’evoluto sistema Suzuki Hybrid; si tratta di un dispositivo che svolge le funzioni di alternatore, motorino di avviamento e motore elettrico. Qual è il suo obbiettivo? Quello di supportare il motore 1.2 benzina con uno spunto maggiore soprattutto nelle fasi di partenza e sorpasso. I vantaggi sono parecchi sia in termini di emissioni di anidride carbonica, che ora si attestano sugli 88 grammi per chilometro, sia in fatto di consumi, inferiori ai 4 litri di carburante per 100 chilometri.

Un risultato importante che viene sottolineato anche dall’Unrae, l’Unione degli importatori di auto straniere in Italia, che ha comunicato che le emissioni di CO2 delle Suzuki vendute in Italia ad agosto si attestano sotto la media complessiva del mercato, con livelli medi pari a 108,4 grammi per chilometro. Tradotto in termini percentuali, significa che le auto vendute dalla Casa di Hamamatsu emettono il 6,5% di anidride carbonica in meno rispetto alla media di tutte le auto immatricolate in Italia nello stesso periodo.

I dati relativi all’andamento del mercato dell’auto raccolti da Unrae hanno inoltre evidenziato che il mese di settembre 2020 è stato il migliore di sempre per Suzuki Italia. Infatti, in settembre, la rete dei concessionari ha immatricolato 4.966 vetture, un volume mai raggiunto prima d’ora e che fa segnare una crescita del 97.69% rispetto al settembre 2019, quando le unità furono 2.512.

Insomma, le Suzuki agli italiani piacciono. La Swift ancora di più. Il motivo è facile da intuire, ha uno stile accattivante, giovanile e tutt’altro che anonimo. La Swift di oggi sfoggia fari full Led di serie su tutta la gamma, ma anche cerchi da 16 pollici, disponibili anche in variante bicolore. In più propone dispositivi di guida autonoma di Livello 2 che, nelle nominazioni, non lasciano spazio a equivoci sul loro funzionamento: “attento frena”, “resta sveglio”, “occhio al limite”, “guardaspalle”, “vai pure”, “non ti abbaglio”.

Ed ora uno sguardo al listino prezzi della piccola Suzuki che varia da 15.990 a 19.490 euro; per la versione provata da Safe-Drive 1.2 Hybrid in allestimento Top il costo chiavi in mano è di 17.990 euro.

Related Articles

Back to top button