NewsPrimo Piano

Peugeot 308

Una delle novità più attese di quest’anno è finalmente arrivata. Si tratta della Peugeot 308 berlina e wagon che rispetto alla precedente generazione conserva solo il nome. Cambia tutto, quindi, a iniziare dal logo. Un Leone totalmente ristilizzato che appare, per l’appunto, per la prima volta su un modello Peugeot, a testimonianza del netto distacco col passato. Ma logo a parte, la 308 si presenta al pubblico con un design forte e deciso.

Così, come già successo sulla sorella minore 208, anche questa familiare ora viene dotata delle zanne anteriori luminose per donare la giusta aggressività al frontale. Il corpo vettura è disegnato facendo risaltare i muscoli che si sviluppano da un passaruota all’altro. Uno stile rinnovato che anticipa il futuro del marchio, sdogana una maggior qualità delle finiture e introduce nuove tecnologie a bordo. Gli interni sono stati rivoluzionati, dando massimo spazio a un intelligente minimalismo.

Pochi elementi ma ben costruiti e assemblati. Uno tra tutti, la tastiera centrale a pianoforte dalla quale è possibile personalizzare secondo i gusti la vettura e accedere all’infotainment. Allo schermo digitale da 10 pollici è affiancato un ulteriore display, anch’esso da 10 pollici collocato dietro al volante. Si tratta dell’i-Cockpit a realtà aumentata, novità assoluta su questo modello. Le informazioni sulla guida vengono proiettate tridimensionalmente per una esperienza molto più coinvolgente. Il volante conserva le dimensioni compatte per garantire una sterzata diretta, ma viene rivisto sulla gestione delle funzioni. La razza di sinistra ora permette il controllo sulle funzioni del cruise control adattivo mentre quella di destra agisce sul sistema multimediale. L’ergonomia è ben studiata e l’abitabilità migliorata.

Le dimensioni superiori hanno portato a un maggior comfort a bordo della cinque porte per i passeggeri e anche a una capacità di carico che va da 412 litri per raggiungere i 1.323 a sedili abbattuti. Nella versione station wagon invece i litri sono circa 200 in più. Entrambe le versioni sono disponibili col nuovo sistema ibrido ricaricabile, che ruba 51 litri di capienza del baule a beneficio delle batterie, efficienti anche se un po’ ingombranti. Ed è stata proprio questa la motorizzazione guidata per un breve test: quattro cilindri 1600 cc turbo benzina da 180 cv abbinato a un’unità elettrica in grado di erogare 110 cv. La potenza di sistema di questa plug-in è di 225 cv, un valore capace di assicurare performance adeguate e consumi contenuti. Peugeot 308 garantisce fino a 60 km di autonomia a emissioni zero grazie alla possibilità di escludere il motore termico, o in alternativa, utilizzandoli entrambi con percorrenze di oltre 90 km/l. Cifre che possono essere erogate solo con batteria da 12,4 kW/h, carica chiaramente. Per ricaricare completamente la 308 occorrono 3 ore da colonnina pubblica, mentre da presa domestica basta una notte.

La nuova Peugeot 308 ha un prezzo di attacco di 23.750 euro nella versione benzina 1.2 PureTech con cambio manuale a sei marce e 26.550 euro per il 1.5 litri diesel da 130 CV. La plug-in costa 36.550 euro, prezzo dal quale va sottratto l’attuale incentivo statale. Per la versione completamente elettrica bisognerà attendere, secondo le dichiarazioni di Peugeot, ancora un po’ di tempo.

Related Articles

Back to top button