NewsPrimo Piano

Peugeot 9X8 Hypercar

Quando la Fia, la Federazione Internazionale dell’Automobile e l’Aco, l’Automobile Club de l’Ouest, organizzatore della 24 Ore di Le Mans, hanno introdotto il nuovo regolamento delle Hypercar a trazione ibrida, in sostituzione di quello precedente, denominato Lmp1, molti si sono chiesti che cosa sarebbe successo. In particolare, se le Hypercar sarebbero state una semplice miniatura dei bolidi precedenti.

A dare una risposta tanto decisa quanto coraggiosa è il marchio Peugeot.

Dopo le vittorie del ’92 e del ’93 con la Peugeot 905 e quella del 2009 con la Peugeot 908, il marchio del Leone si rigetta infatti anima e corpo nella sfida del Campionato Mondiale endurance, a partire dal 2022.

E il rientro della Casa francese avviene in grande stile e cogliendo di sorpresa sia gli addetti ai lavori sia gli appassionati di motorsport. Il prototipo della Hypercar 9X8, che la stessa Peugeot ha dichiarato essere molto vicino a quelle che saranno le forme e le scelte tecniche definitive, ha lasciato molti a bocca aperta.

La collaborazione tra Peugeot Sport e il reparto design del marchio francese ha infatti generato una hypercar del tutto innovativa, capace di fondere uno stile a dir poco suggestivo con soluzioni tecniche innovative, se non addirittura rivoluzionarie.

In quest’ultimo caso ci riferiamo alla rimarcabile assenza dell’ala posteriore, sostituita da un enorme diffusore, sul quale campeggia l’eloquente scritta “we need no rear wing”, ovvero, “noi non abbiamo bisogno dell’ala posteriore”.

Naturalmente questa scelta non ha nulla a che vedere con l’estetica, i tecnici Peugeot assicurano infatti che i calcoli e le simulazioni hanno garantito prestazioni eccellenti anche senza l’ala posteriore. Il regolamento della categoria Hypercar prevede l’ammissione di un unico elemento dinamico regolabile, ma non specifica che debba essere l’alettone posteriore, e questa libertà ha consentito la scelta tecnica di Peugeot.

Gli altri elementi di maggior interesse sono contenuti nel nome 9X8. Il numero 9 identifica le vetture da competizione di Peugeot, la X evoca sia l’utilizzo della trazione integrale che del sistema ibrido, mentre l’8 caratterizza tutti i nomi dei modelli attualmente presenti nella gamma Peugeot.

Più nello specifico la scheda tecnica racconta di un motore Peugeot Hybrid4, V6 di 90 gradi da 2,6 litri sovralimentato con due turbo; la potenza è di 680 cv e sarà montato nella parte posteriore della 9X8. Il motore e allo stesso tempo generatore elettrico sviluppa una potenza di 272 cv ed è posizionato nella sezione anteriore mentre il cambio sequenziale è a 7 rapporti; la batteria, ad alta intensità, sviluppa una ragguardevole potenza di 900 Volt.

Peugeot Sport è pronta ad affrontare la sfida e dal 2022 schiererà due 9X8 con le quali punterà alla conquista del Fia Wec, il Campionato Mondiale Endurance, con un inevitabile occhio di riguardo per la gara delle gare: la 24 Ore di Le Mans!

 

Related Articles

Back to top button