NewsPrimo Piano

L’Opel Mokka vista dall’abitacolo

Opel Mokka è appena arrivata sul mercato, ma ha già creato un grande interesse intorno a sé. I motivi, presto detti: l’azzeccata livrea scelta per il lancio, un luccicante verde abbinato a un cofano nero pianoforte, lo stile decisamente originale, la gamma dei motori che comprende anche il puro elettrico. Propulsione eco che ha convinto un cliente su cinque a puntare sulla Mokka elettrica.

Safe-Drive, però, più che dare un giudizio sulla forma e sul vestito ha deciso di vivisezionare l’abitacolo. Ed è stata una interessante scoperta.

Salire a bordo della Mokka è facile grazie al sistema di accesso e avvio a mani libere “Keyless Open & Start”, alle porte che si aprono quasi ad angolo retto e consentono di posizionare con facilità il pupo sul suo sedile nei posti posteriori. Per seconda cosa si scopre un bello spazio, tenendo presente che Mokka è un’evoluzione in chiave crossover costruita sulla base meccanica della Corsa. Nei posti davanti è decisamente abbondante, ben usufruibile. Dietro è buono in larghezza anche quando si viaggia in tre, poiché il divano è comodo anche nella parte centrale, e in altezza. Lo spazio per le gambe invece è discreto a patto che chi sta al volante non sia alto oltre 190 cm e non guidi con braccia e gambe distesi.

I sedili certificati Agr sono ergonomici e prevengono il mal di schiena. Si possono personalizzare scegliendo il rivestimento in Alcantara in nero o scegliere con il rivestimento in pelle Siena, comprensivo di sedile di guida con funzione massaggio e supporto lombare con regolazione elettropneumatica. Inoltre, sono regolabili in sei posizioni e riscaldati, come il volante ricoperto di pelle che rende la guida ancora più piacevole, soprattutto se fa freddo.

I sedili posteriori sono abbattibili asimmetricamente (40:60) per aumentare il volume di carico e offrono grande flessibilità per trasportare oggetti particolarmente lunghi. La raffinatezza e insieme la semplicità di nuova Mokka emergono nella strumentazione. Lo schermo del cruscotto da 12 pollici è personalizzabile e offre tutte le informazioni necessarie senza disturbi o interferenze. Gli elementi che possono distrarre sono stati eliminati, per lasciare spazio a un controllo digitale completo. Dal display centrale da 10 pollici, unito a quello della strumentazione, si regolano alcune funzioni come il clima.

Dal sedile di guida si gestiscono i fari attivi IntelliLux Led Matrix, che assicurano un’eccellente visibilità in qualsiasi situazione, con la luminosità e la potenza degli abbaglianti senza accecare gli altri guidatori. Oltre al cambio automatico che si manovra con un comodo piccolo bilanciere, lo stress del viaggio si attenua usando il Cruise Control che accelera e frena automaticamente per mantenere sempre una distanza costante rispetto al veicolo che precede. Naturalmente non manca la frenata automatica d’emergenza che monitora la strada e rileva eventuali veicoli e pedoni. La chicca irrinunciabile, come alcuni dei dispositivi e delle finiture già citate, che si trovano nelle versioni più ricche o nella lista degli optional, è la telecamera panoramica. Offre una visibilità posteriore a 180 gradi in realtà aumentata e rileva eventuali veicoli provenienti dai due lati durante le manovre in retromarcia. Abbinata all’assistente al parcheggio, che controlla il volante e orienta la vettura mentre chi guida deve solo occuparsi di freno e acceleratore, è un grande antistress.

Insomma, interni confortevoli e tanti accessori utili, raffinati e facili da usare che trasformano l’abitacolo in una bolla salubre. Il listino è ampio, tre motori, benzina, gasolio, elettrico; quattro versioni, Edition, Elegance, Gs Line, Ultimate, per un listino che parte dai 22.200 euro della 1.2 Turbo Edition benzina per arrivare ai 40.250 della Gs Ultimatum elettrica.

Related Articles

Back to top button