NewsPrimo Piano

Ford Mustang Mach-e

 Il primo contatto di Safe-Drive con la nuova Mustang Mach-e è avvenuto sul circuito La Pista di Arese. La prima opinione? Wow! C’è sempre un po’ di scetticismo quando un’icona della sportività si converte alla religione dell’elettrico; in questo caso a indurre timore era anche la scelta coraggiosa compiuta da Ford di legare la parola Mustang a quella di Suv. Mai azzardo fu meglio riuscito: il risultato è una crossover di carattere, silenziosa come solo un veicolo 100% elettrico sa essere e anche divertente alla guida come solo una Mustang può essere.

Dal punto di vista estetico l’appartenenza alla famiglia della muscle car più famosa al mondo è lampante; la si riconosce nei gruppi ottici anteriori e posteriori con le tre linee verticali tipiche del marchio e anche nella coda che termina in modo netto e perpendicolare all’asfalto. Lateralmente ha tutta l’aria di una Suv coupé, ma il tetto rastremato è solo un’illusione ottica a tutto vantaggio dello spazio a bordo per i passeggeri posteriori.

Sicuramente si tratta di una vettura estremamente tecnologica e connessa. Basti pensare che, per accedere all’abitacolo, non è necessario avere le chiavi; per aprirla e metterla in moto potrebbe bastare il proprio smartphone collegato alla vettura via Bluetooth ma, se anche quello fosse scarico, allora ecco la possibilità di utilizzare una combinazione preimpostata, digitandola sulla tastiera digitale che appare sulla portiera del guidatore.

Disponibile a trazione posteriore o integrale, con batteria standard o con autonomia estesa, la nuova Mach-e può esser scelta con tre diversi livelli di potenza: 269, 290 e 346 CV. La cavalleria più alta è appannaggio solo della versione Range Extended che, a pieno carico, permette di percorrere fino a 610 chilometri.

Alla guida Mustang Mach-e stupisce davvero. Intanto è una vettura con una sportività innata, accelera infatti da 0 a 100 km/h in meno di 5 secondi, e poi garantisce una piacevolezza di guida difficile da trovare sulle Suv della concorrenza. La scelta di posizionare il pacco batterie nel pianale, abbassa il baricentro ed elimina il rollio, a tutto vantaggio della stabilità. Inoltre, per una guida ancora più confortevole in città c’è la possibilità di utilizzare la modalità One Pedal, che si traduce letteralmente con “pedale unico”; con lo stesso pedale si accelera e si frena, pigiandolo si prende velocità e rilasciandolo il veicolo frena.

Con Mustang Mach-e, Ford ha fatto a tutti gli effetti un salto verso il futuro anche nella formula di acquisto

La vera rivoluzione si vedrà però nel 2030, quando l’intera gamma delle vetture Ford vendute in Europa sarà 100% elettrica.

Related Articles

Back to top button