NewsPrimo Piano

Le Hyundai si comprano con un click

Nasce una nuova piattaforma completamente digitale per chi vuole acquistare una Hyundai comodamente seduto nel salotto di casa. L’iniziativa lanciata in Italia dalla casa sud coreana prende il nome di Click To Buy, in italiano “compra con un clic”. Di questa operazione sorprendono due fattori. Il primo, che il quartiere generale di Hyundai Motor Company abbia scelto l’Italia, un paese non proprio all’avanguardia per la digitalizzazione, come apripista del nuovo progetto. Il secondo, che l’implementazione del software sia iniziata ancora prima dell’arrivo dell’uragano Covid19.

Click to Buy è un altro tassello per  consentire a tutti gli automobilisti di entrare in contatto con il brand Hyundai in modo semplice e intuitivo con un tablet, uno smartphone, un pc. Collegandosi al sito il cliente attraverso la Live Chat sceglie uno showroom e si collega con il personale. Parte da qui un percorso organizzato in sei capitoli attraverso il quale il cliente seleziona il veicolo, lo configura, riceve un’offerta personalizzata e la valutazione dell’eventuale veicolo da restituire in permuta, esamina il contratto, può fare una richiesta del finanziamento.

“A questo punto del negoziato telematico”, spiega Andrea Crespi, amministratore delegato di Hyundai Italia, “il cliente potrà richiedere un test drive del modello selezionato con l’auto perfettamente sanificata. In un momento successivo sceglierà il metodo di pagamento con la possibilità di analizzare una proposta di finanziamento in totale autonomia e quando la trattativa sarà conclusa si passerà alla firma del contratto, sempre online”. Chi lo desidera potrà scegliere la consegna a domicilio del veicolo acquistato, che ha un costo variabile tra i 200 e i 600 euro, secondo la distanza.

A chi ama la trattativa a faccia a faccia e si chiede quali siano i vantaggi di una scelta online, Safe-Drive ricorda il venditore in internet è costretto a offrire un prezzo più competitivo perché chi si collega può facilmente navigare verso un altro concessionario. Rispetto al commesso dello show room, inoltre, questo tipo di venditore risponde a molti più contatti e la sua retribuzione è composta da più voci. Spesso una quota del suo compenso dipende dai like che raccoglie da chi si rivolge a lui.

Quindi Click to Buy non conta solo le vendite online, che Andrea Crespi stima in circa 600 nel 2021, ma anche i contatti, preziosi se fatti bene perché possono trasformarsi in acquisti.

Related Articles

Back to top button