NewsPrimo Piano

DS4, un pieno di tecnologie rivoluzionarie

Peccato. Quest’anno non ci sono i saloni. E se ne sente la mancanza. Perché la nuova Ds, che arriverà sul mercato nei primi mesi del 2021, battezzata ufficialmente Ds4, avrebbe meritato l’applauso della folla, le foto d’autore, le promenade delle affascinanti cover girl intorno a lei, le interviste davanti alla pedana rotante.

Invece è ancora l’online a dire come è fatta. In anteprima, attraverso il web, Ds ha rivelato i plus che garantiranno a Ds4 di distinguersi. Si capisce subito che è un’auto di grande carattere, descritta come aggressiva e innovativa, e caratterizzata da un frontale molto basso.

Di sicuro si noterà per la forma dei nuovi fari, descritta nei particolari da Thierry Metroz, il capo del design, più sottili e geometrici quelli principali, più allungati quelli diurni con una forma complessa.

Con l’immancabile firma luminosa che sapranno diffondere non solo nel buio. Una luminosità elevata grazie a un’evoluzione del Ds Matrix Led Vision, che utilizza 15 segmenti luminosi capaci di adattare il fascio di luce alle condizioni del traffico. Inoltre tre moduli con diverse funzioni e 98 Led usati solo per accendere le luci verticali.

Dal lato motori Ds4 debutta con il sofisticato gruppo propulsore ibrido ricaricabile E-Tense, già montato su Ds7 e Ds9. Un motore turbo a quattro cilindri da 180 cavalli è abbinato a un motore elettrico da 110 cavalli e a un cambio automatico a otto rapporti, per una potenza combinata di 225 cavalli. Grazie a una piattaforma studiata apposta per questo modello, la Emp2, è stato semplice collocare pacco batterie ed elettromotore senza pregiudicare lo spazio nell’abitacolo e per i passeggeri delle poltrone posteriori.

In più, nuovi componenti realizzati con materiali compositi, parti strutturali pressate a caldo ed elementi più compatti come il condizionatore raggiungono due obiettivi: liberare spazio nel baule e alleggerire la massa della crossover francese.

Gli interni sono eleganti e raffinati, frutto dell’artigianato più esclusivo  felicemente unito all’Haute Couture parigina. Sorprendente la soluzione studiata per la connettività. La priorità era fornire una soluzione affinché il guidatore non dovesse più distogliere lo sguardo dalla strada.

Il risultato è stato raggiunto utilizzando un’illusione ottica: i dati vengono visualizzati quattro metri davanti al parabrezza per seguire lo sguardo del guidatore in diagonale a 21 pollici, mai visto prima nel segmento. Informazioni essenziali come velocità, aiuti alla guida, navigazione, messaggi di avviso o persino la traccia che si sta ascoltando o la chiamata in arrivo vengono proiettate sulla strada.

Questa esperienza visiva all’avanguardia, chiamata Ds Extended Head-up Display, è un primo passo verso la realtà aumentata. Ovviamente si può contare sui comandi vocali, mentre sulla console centrale è integrato il Ds Smart Touch per i comandi gestuali.

Il compito del Ds Iris System è, invece, quello di far usare gli smartphone con un’interfaccia tattile. Le impostazioni e il display vengono caricati automaticamente quando l’utente sale in macchina. L’idea alla base della personalizzazione è consentire a tutti di adattare il contenuto alle proprie esigenze.

Infine due parole sulla sicurezza assicurata dai sistemi Adas. La guida semi-autonoma di livello 2, il livello più alto consentito sulla strada al momento, per Ds 4 ha avuto un importante aggiornamento.

Ora il posizionamento dell’auto nella corsia scelta dal guidatore è più preciso, integrato da nuove funzionalità come il sorpasso semiautomatico, la regolazione della velocità in curva e le raccomandazioni di velocità anticipate dai segnali stradali. E questo è solo l’inizio della storia…

 

 

Related Articles

Back to top button