NewsPrimo Piano

Dacia Sandero: ok il prezzo è giusto!

Guai a chiamarli low cost. Perché i modelli Dacia, ormai, sono altra cosa. E per chiarire ulteriormente il concetto, il marchio della galassia Renault ha coniato una nuova parola d’ordine: smart buy. Al di là del dovere di cronaca, mettiamo subito da parte la lingua inglese, e traduciamo in una rapida espressione che si legge come “acquisto intelligente”.

Che non vuol dire accontentarsi, ma risparmiare sull’acquisto della propria auto, depennando i fronzoli e privilegiando la sostanza. Attenzione però, perché di sostanza il marchio Dacia ne mette in campo sempre di più.

L’ultimo riferimento, in ordine di tempo, è la nuova versione di Dacia Sandero, fresca esordiente anche sul mercato italiano. Rispetto al passato, una sola cosa è rimasta immutata: il nome. E le due versioni disponibili, la Streetway e la Stepway, quest’ultima nel confermato ruolo di crossover. Per il resto la somiglianza con la versione precedente assume i contorni di una lontana parentela.

Insomma, la Dacia Sandero è cambiata, e molto. La versione Streetway appare ora più solida e robusta, con i passaruota decisamente accentuati e il parabrezza più inclinato. L’altezza dal suolo è rimasta invariata ma la carreggiata ampliata e i nuovi cerchi la rendono molto più piantata sull’asfalto.

La nuova Dacia Sandero, nella versione Stepway, spicca invece per il cofano bombato e connotato da nervature evidenti anche ad un occhio distratto. A questo si aggiungono il logo Stepway cromato, le alette bombate sopra ai fendinebbia e gli ski di protezione color metallo che proteggono i paraurti anteriore e posteriore.

Rispetto alla Streetway, la Sandero Stepway vanta 4,1 cm in più di altezza dal suolo, per un totale di 17,4 cm. Questa crescita è dovuta soprattutto al diametro maggiorato degli pneumatici.

Un aspetto di primaria importanza, per entrambe le versioni, è anche quello rivestito dai gruppi ottici Led, anteriori e posteriori, che inaugurano la nuova firma luminosa cosiddetta Y-shape, con accensione automatica e una migliore visibilità notturna, con uno spettro più profondo del 37% e più ampio del 9%.

Le nuove Dacia Sandero, sia Streetway che Stepway, sono nate su una piattaforma modulare inedita, che garantisce a questi modelli maggiore resistenza e rigidità, oltre al peso ottimizzato.

Alla guida l’avantreno evidenzia subito una maggiore maneggevolezza nonché una buona capacità di antirollio, che si traduce in una stabilità in curva più che soddisfacente.

Le motorizzazioni a disposizione sono tre. La Sce 65, tre cilindri, aspirato di 1.000 cc è disponibile solo per la Streetway.

In condivisione tra i due modelli sono invece il motore Tce 90, tre cilindri 1.0 turbo e l’Eco-G 100, sempre tre cilindri 1.0 turbo, ma dotato del sistema di doppia alimentazione benzina-gpl. Il Tce 90 offre anche la possibilità dell’abbinamento con il nuovo cambio automatico Cvt, a variazione continua, ideale per ottimizzare i consumi e contenere le emissioni di Co2.

Questa ampia panoramica dedicata alle nuove Dacia Sandero Streetway e Stepway si conclude con gli ultimi due capitoli. Il primo concerne la sicurezza e mette in campo sei airbag, le cinture con la limitazione di carico sul torace, i pretensionatori anteriori e la chiamata d’emergenza. Naturalmente non mancano gli Adas, i dispositivi di assistenza alla guida, in particolare la frenata automatica d’emergenza, il sensore dell’angolo morto, l’assistenza al parcheggio e l’assistenza alla partenza in salita.

L’ultimo capitolo riguarda inevitabilmente il sistema multimediale, che offre ben tre offerte: Media Control, Media Display e Media Nav, in ogni caso con l’immancabile connettività wireless per Apple Car Play e Android Auto.

Il listino conferma la filosofia Dacia di contenimento dei prezzi e per la nuova Sandero Streetway va da 8.950 a 12.600 euro mentre la forbice per la versione Stepway è compresa tra 12.600 e 13.950 euro.

Related Articles

Back to top button