NewsPrimo Piano

Furgoni alla (ri)scossa

Chi l’ha detto che la rivoluzione green, che sta coinvolgendo da cima a fondo il mondo dell’automotive, non debba attecchire con i veicoli commerciali?

Di sicuro non la pensano così né Peugeot né Citroën dati gli sforzi profusi nello sviluppo e nella commercializzazione di e-Partner ed e-Berlingo in versione van.

I veicoli commerciali leggeri dei due marchi partono dalle versioni già commercializzate con motore a gasolio, ma sono stati sviluppati su piattaforme già pensate in origine per funzionare con tutte le diverse motorizzazioni, tra cui, ovviamente, l’elettrico puro.

Un elemento importante da tenere in considerazione, dato che porta una integrazione dei sistemi elettrici ai vertici della categoria, con capacità di carico e funzionalità assolutamente invariate rispetto alle versioni mosse da motori termici:

La base meccanica per entrambi è il motore elettrico da 136 cv e 260 Newtonmetro di coppia massima. La batteria ha una capacità di 50 kWh per entrambi e permette una autonomia di 275 km. Con una colonnina da 7,4 kW il pieno di elettroni è una pratica da meno di otto ore. Una soluzione che soddisfa pienamente le esigenze di gran parte delle aziende bisognose di un veicolo elettrico e che permette una carica al 100% agevolmente completabile nel normale tempo di inattività del mezzo.

Se la base meccanica è comune a e-Partner ed e-Berlingo van, rimangono comunque le anime diverse, a cominciare dai diversi frontali e da uno spirito a sé stante, soprattutto nel piacere di guida.

Più futuristico sull’e-Partner grazie alla presenza del Peugeot i-cockpit, più votato al comfort e alla comodità l’e-Berlingo, con la presenza dell’head up display ad aiutare gli autisti con informazioni sempre ben visibili sul parabrezza senza dover togliere gli occhi dalla strada.

Di comune, ancora, la ricca dotazione di ADAS, 18 per la precisione, attinti a piene mani dalla produzione delle auto per passeggeri. Sia la guida, sia la piacevolezza nella vita di bordo, sia le dotazioni, sono sempre più in linea con quelli delle normali autovetture, con l’aggiunta di un importante ausilio appositamente studiato per mezzi da 800 kg di portata e 750 kg di traino massimi: il surround rear vision si rivela, infatti, un preziosissimo aiuto consentendo una ottima visibilità in manovra, sia alle spalle che ai lati del veicolo, grazie a telecamere e sensori, riportando le immagini in uno schermo appositamente dedicato.

Infine, un’occhiata ai prezzi. Peugeot e-Partner e Citroen e-Berlingo partono entrambi da 26.535 euro per toccare i 28.885 euro della versione a doppia cabina mobile ExtraLarge.

Related Articles

Back to top button